Vai al contenuto
Made in Italy
Menu di navigazione
Condorelli - Made in Italy

La bontà Made in Sicily di Condorelli, il torroncino morbido

Tanta passione e un’idea geniale, quella di creare torroncini morbidi incartati in confezioni monodose: è qui che ha inizio il successo di Condorelli.

tempo di lettura5 minuti

Gli echi delle feste si sono appena spenti ma il sapore dei dolci probabilmente no…

E a proposito di dolci, chi non ha mai trovato un torrone nella calza dell’Epifania?

Oggi parliamo proprio di torrone, anzi, di torroncino, con la storia di un’eccellenza Made in Italy amata in tutto il mondo: i mitici torroncini Condorelli (porzionati e incartati in parti uguali)! Un prodotto nato dalla geniale intuizione dell’imprenditore catanese Francesco Condorelli, classe 1912, proveniente da Belpasso, sulle pendici dell’Etna.

Una passione che diventa lavoro

Da sempre appassionato di dolci, fin da piccolo nei pomeriggi dopo la scuola lavora come garzone nella pasticceria del paese. A sedici anni perde il padre e lascia gli studi: per provvedere alla famiglia trova lavoro in una fabbrica di cioccolato. Torna a Belpasso e nel 1933 apre una pasticceria nella ex casa del nonno.

Ma la II Guerra Mondiale è alle porte e Francesco viene chiamato alle armi. Nel 1943 viene fatto prigioniero dai Britannici e portato in un campo di prigionia in Tunisia.

Una volta liberato dagli Statunitensi – di cui nel frattempo era diventato pasticcere di fiducia – torna a Catania nel 1945 e riparte dalla sua grande passione: la pasticceria con i prodotti tipici della tradizione. In questi anni il locale di Belpasso cresce e il business si amplia: oltre ai dolci infatti Condorelli si occupa di ricevimenti nuziali e si dota di nuovi macchinari, come le planetarie.

Il torrone diventa morbido

Ma la popolarità arriva negli anni ’60 e in particolare nel 1965. Due furono gli avvenimenti che portarono all’invenzione dei torroncini morbidi. Durante una cena quando si cercò di dividere il torrone tra i commensali non fu possibile ottenere parti uguali e l’aspetto del dolce fu rovinato.

Di ritorno, Francesco Condorelli vide la madre Maria Grazia pestare in un mortaio i pezzi di torrone troppo duri per i suoi denti. “Tutto questo finirà, mangerai un torrone morbido” le promette. “E lo mangeranno tutti!”.

Nasce proprio così l’idea di creare torroncini morbidi, incartati in pezzi monodose e dai sapori agrumati. Un’idea che si trasforma subito in un successo, tanto che nel 1973 Condorelli ne avvia la produzione industriale con l’acquisto di un capannone da seimila metri quadri e di nuovi macchinari per tagliare i pezzi di torrone. Settemila chili di mandorle diventano così quindicimila chili di torroncini!

Il successo dalla televisione alla tavola

Negli anni ’80, grazie anche alla sponsorizzazione di “Domenica in”, gli iconici torroncini siciliani arrivano sulla tavola di milioni di famiglie in Italia, in Europa e in America. Negli anni ‘90 sono invece i memorabili spot televisivi con l’attore catanese Leo Gullotta (ancora oggi testimonial della Condorelli) a tenere alta la popolarità del prodotto e del brand.

Il presente di una grande azienda

Nel 1993 entra in azienda il figlio di Francesco, Giuseppe Condorelli e nel 2002 il Presidente Carlo Azeglio Ciampi nomina Francesco Condorelli Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Sempre negli anni 2000 nasce la Fondazione Condorelli a opera dei figli di Francesco, Giuseppe e Gloria, che contribuisce alla formazione dei giovani, alla valorizzazione dei prodotti “Made in Sicily” e alla crescita socioeconomica del territorio tramite la diffusione della cultura dolciaria.

Oggi Condorelli S.p.a, con sede a Belpasso e guidata dall’AD Giuseppe Condorelli produce 200 milioni di torroncini all’anno, ha decine di dipendenti, vende in 27 Paesi e fattura milioni di euro.

Complimenti a chi porta la Sicilia e l’Italia nel mondo!

Scopri le storie di altre eccellenze siciliane.