Brionvega: il Made in Italy e l’elettronica di design

4 minuti

Premi per Play/Pausa

Radio cubo Brionvega

Oggi le tv hanno tutte o quasi maxi schermi da 40 o 50 pollici… segno dei tempi e, del resto, di tempo ne è passato molto da quando e Brionvega, storico brand Made in Italy, è diventata famosa nel mondo per aver realizzato una tv portatile da 11 pollici, la più piccola allora esistente.

È il 1964 e i designer Marco Zanuso e Richard Sapper firmano per Brionvega la TV portatile Algol 11 con maniglia estraibile, ispirandosi nel nome e nella forma a un cagnolino che guarda il suo padrone, per evocare la fedeltà e l’affidabilità del prodotto. Venduto a un prezzo di 158.000 lire, l’apparecchio è un successo internazionale immediato, una vera e propria rivoluzione potremmo dire, perché si tratta di un oggetto utilizzabile ovunque grazie all’antenna integrata, e che si rivela comodissimo per le seconde case.

Brionvega

Ma facciamo un passo indietro: da dove arriva questo piccolo capolavoro di design e tecnologia che ci fa pensare alle più moderne creazioni di Steve Jobs!? Tutto nasce dal talento e dall’ingegno di Giuseppe Brion, nato nel 1909 a San Giuseppe d’Altivole (Treviso). Dopo il diploma come perito elettronico, inizia a lavorare come operaio alla Radio Marelli di Milano. Nel tempo libero si dedica però alla sua grande passione e costruisce nel garage di casa – anche per questo ci ricorda Steve Jobs! – i primi componenti elettronici. Nel 1945, con la moglie Onorina Tomasin e l’ing. Leone Pajetta fonda la BP Radio srl, azienda di componentistica elettronica, che diventa poi Vega BP Radio. L’azienda inizia la produzione di televisori nel 1953, dopo l’acquisizione dello stabilimento della ditta milanese Homelight e, negli anni ’60, diventa nota come BrionVega, entrando di diritto nel mercato degli oggetti di design con diversi modelli di successo. Nel 1962, con il modello Doney 14″ dei designer Zanuso e Sapper lancia sul mercato il primo televisore a transistor portatile prodotto in Europa, che si aggiudica il prestigioso Premio Compasso d’oro (Oscar del design industriale).

Brionvega Doney
Brionvega Doney

È nel 1964, che avviene però la consacrazione definitiva dell’azienda milanese – che nel frattempo ha scelto “Brionvega” come marchio definitivo – nel mondo del design, grazie al lancio del modello Algol 11″ sempre realizzato da Zanuso e Sapper. Le sue particolari caratteristiche, come lo schermo inclinato e la maniglia estraibile, decidono subito un successo straordinario e l’apparecchio diventa un vero e proprio oggetto culto, tanto che ancora oggi è possibile vederlo esposto al MoMa di New York.

Brionvega Algol, 1964
Brionvega Algol, 1964

In quello stesso viene realizzata(1964) anche  l’iconica  radio dalla forma cubica soprannominata Radio Cubo e firmata dai medesimi designer, Zanuso e Sapper. Nonostante la morte improvvisa di Brion, Brionvega continua ad avere successo e ottiene due anni dopo, nel 1970, il secondo Compasso d’Oro.

L’azienda non riesce purtroppo a restare immune alla crisi che, dalla seconda metà degli anni 70 colpisce il comparto dell’industria elettronica italiana e, dopo una serie di vicissitudini, oggi Brionvega è un marchio di bv2 GmbH Srl, azienda con sede a Milano, specializzata nella promozione dei prodotti Brionvega e del design madeinitaly. Complimenti a chi anticipa i tempi e porta l’Italia nel mondo

Condividi

Percentuale di lettura

Entra a far parte della community

Entra anche tu a far parte della community e partecipa al mondo di Made in Italy
Iscriviti Ora
Please wait...
Free
0.00USD
Discount ()
-0.00USD
Subtotal
Fee
0.00USD
Vuoi metterti in contatto con noi o sei alla ricerca di informazioni specifiche? Compila il modulo, ti risponderemo a breve.